Festival Internazionale della Spiritualità "DIVINAMENTE"

Un progetto ideato e realizzato da A.R.Mu.S.e.R. e LAGAZZALADRA Srl

E-mail: lagazzaladra.srl@gmail.com
Sito: www.lagazzaladra.info

Direzione organizzativa
Eva Pogany
Tel. 333.6155785
Organizzazione
Emanuela Tomassetti tel. 380.2843440

Direzione tecnica e allestimenti GFM Service

Ufficio Stampa Francesco Acampora
facampora@hotmail.com
Tel 380.3245848

 
 
2012 | 2011 | 2010 | 2009 - Galleria Fotografica | 2008 | Home Video Contatti | Direzione artistica

DIVINAMENTE Roma 2009

Promosso da MiBAC, Associazione ARMUSER ed ETI, giunge alla II edizione, con la Direzione Artistica di Pamela Villoresi, il Festival Internazionale della Spiritualità DIVINAMENTE ROMA, una fucina di pace che, attraverso l’arte e lo spettacolo, guida alla comprensione di percorsi spirituali differenti.

Roma accoglie i pensieri religiosi ed artistici del mondo in alcuni tra i suoi luoghi più belli: la Basilica Santa Maria in Trastevere, i Musei Capitolini, il Conservatorio di Santa Cecilia, l’Auditorium del Goethe - Institut Rom, l’Antica Casa di Correzione di Carlo Fontana presso il Complesso di San Michele a Ripa, gli Horti Sallustiani, i Teatri Valle, India e Dei Dioscuri, Palazzo Valentini, il Museo dei Bambini Explora.

La Danza, il Teatro, la Musica, gli Eventi si susseguono nei giorni della Pasqua disegnando un mosaico di generi e stili destinato al pubblico della città ma anche ai visitatori della Festa. Gli allievi dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico si affiancano ad artisti più noti come Carolyn Carlson, Pamela Villoresi, Micha Van Hoecke, Giora Feidman e il suo Trio, Valter Malosti, i Radiodervish, Sabina Vannucchi, il Trio Joubran, i Tarantolati di Tricarico, Iatrida, David Sebasti, gli Opus Cuatro.

Apre il Festival, venerdì 3 aprile, uno spettacolo di architettura visuale di Accademia Perduta/Romagna Teatri, che disegna una magica Natività sulla facciata di Palazzo Valentini. La chiusura, lunedì 13 aprile presso il Museo dei Bambini Explora, è affidata a Stefano De Donato, fondatore del gruppo Dirotta su Cuba, che ha musicato una fiaba cosmopolita dedicata ai più piccoli.

Elenco dettagliato degli spettacoli

dal 3 al 5 aprile dalle ore 20.00 alle ore 23.00
Comune di Faenza/Teatro Masini Acc ademia Perduta/Romagna Teatri
in collaborazione con la Diocesi di Faenza Modigliana
con il contributo di Confindustria Ravenna - Confc ooperative Ravenna
con il supporto di Festival dell’Arte Contemporanea

Natività Faenza New York Roma

Uno spettacolo di architettura visuale di Accademia Perduta Romagna Teatri regia Andrea Pedna fotografia Roberto Cimatti compositing Christian Balducci musica Aurelio Samorì.
La facciata di Palazzo Valentini si anima con le immagini magiche e coinvolgenti di un Presepe originalissimo.

A visual architecture display, to represent the universal event of the Nativity.

sabato 4 aprile ore 17.30 (english) ore 20.45 (italiano)
LAGAZZALADRA srl

La matassa e la rosa
Oratorio per Edith Stein

di Giuseppe Manfridi con Pamela Villoresi e con Sabina Vannucchi musiche originali, chitarra Luciano Vavolo clarinetto Nicola Innocenti viola Paolo Clementi regia Pamela Villoresi.
Edith Stein, ebrea di nascita, filosofa convertitasi al cattolicesimo, suora carmelitana, muore ad Auschwitz nel 1942. In un campo di smistamento in Olanda, conosce Etty Hillesum, scrittrice ebrea. Le due donne s’incontrano sulla scena in un dialogo immaginario, liberando la loro voce in un canto a Dio e alla vita.

The voices and stories of the philosopher and Carmelitan nun Edith Stein and of the Jewish writer Etty Hillesum live again in an evocative song to God and to life.

domenica 5 aprile ore 17.30
Pianissimo Musik GmbH Giora Feidman Trio

Spirit of Klezmer

Giora Feidman clarinetto Guido Jäger contrabbasso Jens-Uwe Popp chitarra.

È considerato il re del Klezmer (forma musicale tradizionale ebraica), arricchito di contaminazioni classiche e moderne. Artista cosmopolita e versatile, clarinettista dotato di tecnica eccezionale, è stato chiamato da Papa Benedetto XVI nel 2005 in occasione della Giornata della Gioventù a Colonia. È uno degli interpreti della colonna sonora di Schindler’s List di Steven Spielberg.

This cosmopolitan and versatile artist – a clarinettist gifted with exceptional technique – is the king of Klezmer, enriched by forays into classical and modern music. He is one of interpreters of the soundtrack of Spielberg’s film Schindler’s List.

lunedì 6 aprile ore 20.45
Princigalli Produzioni
Radiodervish Valter Malosti Nabil canto

Con le radici al cielo

Michele Lobaccaro chitarre, basso Alessandro Pipino tastiere, Valter Malosti voce recitante.
La musica dei Radiodervish esprime la complessità e ricchezza della cultura mediterranea, intrisa di scambi e contaminazioni. In scena si mescola armoniosamente alle parole dei mistici della tradizione mediterranea, cui dà voce Valter Malosti, artista sensibile alle arti visive ed alla musica.

The music of the Radiodervish band mixes with words by mystics from the Mediterranean tradition read by actor and director Valter Malosti.

martedì 7 aprile ore 19.00 - 21.00 - 23.00
Accademia d’Arte Drammatica "Silvio D’Amico"
in collaborazione con Accademia di Costume e di Moda

Tra le sbarre la luce

Spettacolo multimediale a cura degli allievi del laboratorio Scrivere insieme dell’Accademia "Silvio D’Amico" maestri Maricla Boggio, Ugo Chiti Edoardo Erba, Giuseppe Manfridi coordinamento e supervisione Piero Maccarinelli.
Quattro drammaturghi-tutori lavorano, con gli allievi, alla stesura e messa in scena di storie di perseguitati per motivireligiosi. Lo spettacolo finale viene rappresentato nell’Antica casa di Correzione di S. Michele a Ripa, dove un tempo erano detenuti gli adolescenti difficili.

In the former reformatory of San Michele a Ripa, a historic youth detention centre,a performance devoted to the victims of political persecution everywhere in the world is put on stage by the Drama Academy students.

mercoledì 8 aprile ore 20.45
Kino Music Presenta TRIO JOUBRAN in

Majâz

Samir Joubran oud Wissam Joubran oud Adnan Joubran oud Yousef Hbeisch percussioni.
Il trio di musicisti arabi è famoso in tutto il mondo per sonorità che fondono musica turca, flamenco, antiche suggestioni. Autori di creazioni personali e di affascinanti improvvisazioni, strumentisti raffinati (suonano l’oud, il liuto arabo), i tre fratelli raccontano emozioni, sofferenze e nostalgia per la Palestina, accompagnati dal percussionista Hbeisch.

This trio of Arab musicians who play the oud, the Arab lute, is famous worldwide for its sounds merging Turkish music, flamenco and old inspirations.

giovedì 9 aprile ore 20.45
Tarantolati di Tricarico Ass. Cult. Iatrida

Sacre Terre. Riti, miti e culti di Lucania


Musica Tarantolati di Tricarico danza Iatrida regia Giovanna D’Amato.
Quello dei Tarantolati è uno dei gruppi di musica folk italiana più noti e attivi; da anni si dedica alla riscoperta della musica tradizionale del Sud d’Italia e collabora con molti musicisti. La loro musica travolgente, le vorticose danze della Iatrida e le antiche maschere del Carnevale danno vita ad uno spettacolo trascinante e vitale.

The music of one of the most popular Italian folk groups, traditional dances and Carnival masks are the ingredients in a gripping show.

venerdì 10 aprile ore 20.45
Ensemble di Mich a Van Hoecke

Mosaico Frammenti di ricerca e perdizione

coreografie Micha Van Hoecke con l’Ensemble di Micha Van Hoecke con la partecipazione straordinaria di Pamela Villoresi.
Uno spettacolo inedito in cui parole e danza si fondono in nome della spiritualità. Micha Van Hoecke, grande protagonista della danza contemporanea, compone un mosaico inedito di sue coreografie, danzate su musiche a lui care: Bach, Haydn, Beethoven, Mozart. Pamela Villoresi dà voce ai testi di KarolWojtyla, San Francesco d’Assisi, Salvatore Quasimodo.

In this performance never shown before, words and dance merge in the name of spirituality, into pieces of music chosen by Micha Van Hoecke, a leading contemporary dancer.

sabato 11 aprile ore 17.30 (english)
Istituto Psicoanalitico per le Ricerch e Sociali
in collaborazione con Gershwin Spettacoli

The Priest and the Clown

versione inglese da Il curato e il pagliaccio di Sandro Gindro con David Sebasti e con Cecilia Allamprese musiche originali, sassofoni e duduk Maurizio Camardi tastiere Alfonso Santimone costumi Paola Tosti adattamento e regia Daniela Morelli.
Da due atti unici di Sandro Gindro, psicoanalista e drammaturgo scomparso nel 2002, fondatore della rivista “Psicoanalisi contro”, prende vita un percorso sferzante e acuto di riflessioni spirituali e agnostiche, musicato da uno dei più grandi jazzisti italiani.

A cutting and sharp journey of spiritual and agnostic reflections, with original music by one of the greatest Italian jazz musicians.

sabato 11 aprile ore 20.45
Centre Chorégraph ique National Roubaix Nord-Pas de Calais Carolyn Carlson in collaborazione con ATER Ass. Teatrale Emilia Romagna

Des Vices et des Vertus - Li

creato nel 2002 dall’Ass. Istituto della Commedia dell’Arte Internazionale coreografie e interpretazione Carolyn Carlson musica Gavin Bryars The Black Rive.
Li
coreografia Carolyn Carlson con Chinatsu Kosakatani Yutaka Nakata musica Aleksi Aubry-Carlson con il sostegno di Quinzaine del Giappone.
Sullo sfondo delle tavole di Giotto Carolyn Carlson dà corpo a emozioni e allegorie del Maestro. Nel passo a due Li in scena le suggestioni del taoismo.

Carolyn Carlson evokes the impressions of Giotto’s panels housed in the Scrovegni Chapel in Padova. The pas de deux Li brings on stage the fascination and mystery of Taoism.

domenica 12 aprile ore 16,0
Opus Cuatro

Misa Criolla - di Ariel Ramirez - Canciones de America


Alberto Hassan tenore I e pianoforte Marcelo Balsells tenore II e percussioni Hernando Irahola baritono, charango e chitarra Federico Galiana basso e bombo (Opus Cuatro).
Gli Opus Cuatro, gruppo vocale argentino di fama mondiale, si esibisce in un suggestivo itinerario vocale che, attraversando la musica sacra delle Americhe, culmina nella celebre Misa Criolla. Scritta nel 1963 da Ariel Ramirez, è una delle opere corali latinoamericane più famose che fonde musiche liturgiche e popolari argentine con melodie tipiche del Sudamerica.

One of the most famous vocal groups in South America and the Buenos Aires Chamber Choir propose a journey into Latin American music culminating in the renowned Misa Criolla.

lunedì 13 aprile ore 11.00 - Tum Tum Pa

Verdementa

Liberamente ispirato alla favola Verdementa di Elisabetta Jancovich musiche, basso e voce Stefano De Donato dialoghi Stefano De Donato, Marco Cei arrangiamenti e chitarre Lorenzo Piscopo percussioni Tiziano Carfora viola e chitarra Paolo Clementi cantanti Marilena Catapano Camilla Romeo voce narrante Nicola Pecci
Una fiaba cosmopolita, che insegna ai più piccoli l’importanza della pace e della fratellanza come valori quotidiani e universali. Stefano De Donato, fondatore dei Dirotta su Cuba, ha composto le musiche dello spettacolo.

The narrating voice mingles with singing in a cosmopolitain fairy-tale which teaches children the importance of peace and fraternity as daily and universal values.

Gli spazi

Palazzo Valentini

via IV novembre, 119a

Sede della Provincia di Roma dal 1873, il palazzo si trova nel cuore della capitale, a pochi passi da piazza Venezia. Fu edificato a partire dalla fine del ‘500 dal cardinale Michele Bonelli. Nel ‘700 fu trasformato in splendido teatro dal marchese Ruspoli, e ospitò musicisti del calibro di Haendel, Corelli, Scarlatti. Ospita attualmente l’importante Biblioteca Imperiali.

Headquarters of the Provincial Government since 1873, the building is in the heart of the capital city, a few steps from piazza Venezia. Its construction was begun at the end of the 16th century at the request of Cardinal Michele Bonelli. In the 18th century, it was transformed into a splendid theatre by Marquis Ruspoli, and hosted musicians as prestigious as Haendel, Corelli and Scarlatti. It currently houses the important Imperiali library.

Musei Capitolini

Piazza del Campidoglio 1

Le sedi storiche del principale Museo Civico Comunale di Roma sono Palazzo dei Conservatori e Palazzo Nuovo, che affacciano su Piazza del Campidoglio. Si può considerare il più antico museo pubblico del mondo; la data di fondazione coincide con il 1471, quando papa Sisto IV donò alla città importanti bronzi, tra cui la Lupa Capitolina, attualmente custodita nei Musei.

The historical locations of Rome’s main municipal civic museum are Palazzo dei Conservatori and Palazzo Nuovo, overlooking Piazza del Campidoglio. This might be considered to be the oldest public museum in the world. Its foundation dates back to 1471, when Pope Sistus IV donated important bronzes to the city, including the Capitoline She-wolf, presently kept in the museums.

Conservatorio di S. Cecilia

Via dei Greci, 18

Il Conservatorio di S. Cecilia è una delle più prestigiose istituzioni musicali nazionali. Ospita corsi di formazione musicale, stagioni concertistiche, una prestigiosa Biblioteca, convegni e seminari che promuovono la cultura musicale. Dal 1876 ha sede in una parte dell’ex monastero delle Orsoline in via dei Greci, nel cuore di Roma.

The Conservatory of S. Cecilia is one of the most prestigious music institutions in Italy. It has a prestigious library. The Conservatory is the venue for musical education courses, major concert seasons, and conferences and seminars promoting musical culture. Since 1876, the conservatory has been sited in a portion of a former Orsoline monastery in Via dei Greci, in the heart of Rome.

Goethe - Institut Rom

via Savoia, 15

Il Goethe - Institut è l’Istituto Culturale della Repubblica Federale tedesca. Con la sua fitta rete di sedi nel mondo, promuove la conoscenza della lingua tedesca all’estero e la collaborazione culturale internazionale. Collabora con enti culturali pubblici e privati all’organizzazione di eventi, anche nelle proprie sedi deputate.

The Goethe Institut is the Cultural Institute of the German Federal Republic. Through a large network of locations throughout the world, the institute promotes the knowledge of the German language abroad and international cultural cooperation. It organizes events together with public and private cultural bodies in its venues and elsewhere.

Complesso monumentale S. Michele a Ripa

via di S. Michele, 25

Sito di fronte al Porto di Ripa Grande, accanto a Porta Portese, il complesso ospitò dal ‘600 in poi un ospizio per invalidi e mendicanti, un carcere minorile, uno femminile e scuole di avviamento professionale per giovani. In stato di abbandono dopo l’Unità d’Italia, è stato recuperato dallo Stato, ed è attualmente sede di uffici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Located opposite the Ripa Grande Port, next to Porta Portese, from the 17th century in the monumental compound there were a hospice for underprivileged and disabled people, a juvenile penitentiary, a women’s penitentiary and a vocational training school for young people. After the unification of Italy, the abandoned compound was rehabilitated by the State. Today it is the headquarters of the Ministry of Cultural Heritage and Activities.

Horti Sallustiani

Piazza Sallustio, 21

Gli Horti sono una parte del parco monumentale dell’antica Roma che divideva il Quirinale dal Pincio. Appartenuti a Giulio Cesare, furono acquistati dallo scrittore Sallustio. Qui sono state rinvenute opere come il Galata morente e il Trono Ludovisi, testimonianze della scultura romana antica.

The compound of Horti Sallustiani was one of the most imposing constructions in Imperial Rome and is what is left of the great park that divided the Quirinal and Pincian hills. The gardens, which were once Julius Caesar’s, were purchased by writer Sallustius. In the gardens important works were found such as the Dying Gaul and the Ludovisi Throne, important witnesses of Ancient Roman sculpture

Teatro India

Lungotevere dei Papareschi

Situato nella cittadella dell’ex fabbrica Mira Lanza, importante esempio di archeologia industriale sulle rive del Tevere, vicino al famoso Gazometro, è uno spazio aperto alla sperimentazione di linguaggi artistici, quali la danza contemporanea, le arti visive, la musica. Inaugurato nel 1999, è la seconda sede del teatro Argentina.

Located in the citadel of the former Mira Lanza factory, this is an important example of industrial archeology on the Tiber banks, near the famous Gazometro. This space is open to the experimentation of artistic languages: contemporary dance, visual arts and music. This theatre was opened in 1999 and is a second location of the Teatro Argentina.

Teatro Valle

via del teatro Valle, 21

Il teatro Valle fa parte del patrimonio artistico e culturale italiano; è gestito dall’ETI, che ne è anche proprietario. Dotato di cinque ordini di palchi, fu inaugurato nel 1727, e divenne uno dei palcoscenici più prestigiosi della città. Qui, il 10 maggio 1921, andò per la prima volta in scena Sei personaggi in cerca d’autore, di Luigi Pirandello.

Teatro Valle is part of the Italian artistic and cultural heritage. It is managed and owned by ETI (Italian Theatre Board). The theatre has five tiers of boxes, was opened in 1727, and became one of the most prestigious stages in the city of Rome. Six Characters in Search of an Author by Luigi Pirandello had its premiere in this theatre on 10 May 1921.

Teatro dei Dioscuri

via Piacenza, 1

Costruito nella prima metà del ‘900 all’interno del complesso architettonico di S. Andrea del Quirinale, il Teatro era destinato alla Compagnia Filodrammatica degli impiegati del Palazzo Reale. Restaurato di recente dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ospita mostre, conferenze, convegni.

Built in the first half of the 20th century within the architectural complex of S. Andrea del Quirinale, the Theatre was intended for the the Amateur theatrical company of the Royal Palace employees. Recently restored by the Ministry of the Cultural Heritage, it hosts exhibitions, conferences and meetings.

Basilica S. Maria In Trastevere

P.zza S. Maria in Trastevere

Costruita nel IV secolo d.C. è una delle chiese romane più importanti e ricche di opere d’arte, principale luogo di culto del rione di Trastevere. Si narra che nella piazza omonima, dove ora si trova la splendida fontana, avvenne un prodigio, la fuoriuscita di un getto di olio dalla terra, prefigurazione dell’avvento di Cristo.


Explora Il Museo dei bambini di Roma

via Flaminia, 82

Museo strutturato come una piccola città a misura di bambino con i suoi spazi, le sue funzioni e i suoi mestieri; una città che mette in contatto i bambini con fatti e realtà quotidiane, dove tutto può essere osservato, toccato, sperimentato. Con le sue molteplici attività consente a bambini e adulti di condividere esperienze ludiche e formative.

The museum is organized as a real town with its open spaces, services and trades tailored for children. In this town children come into contact with facts and everyday situations and everything can be observed, touched and experienced. Many activities give children and adults the possibility to share fun and educational experiences.